Lo zaino delle emergenze: cos’è e cosa metterci dentro

zaino delle emergenze

Alluvioni, terremoti, tifoni, guerre. Dopo un’emergenza, è essenziale riuscire a sopravvivere in autonomia per diversi giorni. Lo zaino delle emergenze risponde perfettamente a questa esigenza, contenendo al suo interno tutti gli elementi di base di cui una persona e la sua famiglia possono avere bisogno.

Cos’è lo zaino delle emergenze?

Essere preparati a un’emergenza o a una crisi significa avere con sé il proprio cibo, l’acqua e altre provviste che durino per diversi giorni. Tutto questo materiale va inserito all’interno del cosiddetto zaino delle emergenze, che può essere uno zaino o una qualsiasi altra tipologia di borsa facilmente trasportabile.

Andrebbe posizionato uno zaino delle emergenze in ognuno dei luoghi della propria vita quotidiana (a casa, in auto e al lavoro), in un posto facilmente accessibile a tutta la famiglia o a tutti i colleghi. Questo perché è meglio essere pronti a ogni evenienza, dal momento che non è possibile prevedere la propria posizione quando si verifica un’emergenza.

Qui di seguito, viene riportata una lista degli elementi di base che sarebbe bene inserire in uno zaino delle emergenze. Tuttavia, è bene considerare quali esigenze specifiche si hanno e aggiustare l’elenco con altri prodotti utili, per esempio nel caso della presenza di animali domestici, anziani o bambini.

Cosa mettere dentro lo zaino delle emergenze?

Per assemblare uno zaino delle emergenze, i vari oggetti vanno riposti in sacchetti di plastica ermetici. Un kit di di base potrebbe includere i seguenti articoli:

  • Acqua (almeno due litri di acqua al giorno a persona, per bere e necessità igienico-sanitarie)
  • Cibo (almeno una scorta di cibo non deperibile per diversi giorni)
  • Una radio alimentata a batteria o a manovella
  • Almeno una torcia elettrica
  • Kit di pronto soccorso
  • Batterie extra
  • Un fischietto, per richiedere aiuto
  • Maschere antipolvere, così da filtrare l’aria che potrebbe essere contaminata
  • Teli di plastica e nastro adesivo per creare un riparo sul posto
  • Salviettine umide e sacchi della spazzatura
  • Chiave inglese, cacciavite, forbici e taglierino
  • Apriscatole manuale per alimenti
  • Mappe locali
  • Cellulare con caricatori e powerbank
  • Un’altra borsa o zaino di ricambio

Dalla primavera del 2020, è raccomandato includere articoli per aiutare a prevenire la diffusione del coronavirus o di altri virus.

In base delle proprie esigenze individuali, si può prendere in considerazione l’aggiunta dei seguenti articoli:

  • Mascherine, sapone, gel disinfettante per le mani, salviette disinfettanti per le superfici
  • Farmaci da banco e da prescrizione, come antidolorifici, farmaci anti-diarrea, antiacidi o lassativi
  • Occhiali da vista, lenti a contatto e soluzione per lenti a contatto
  • Alimenti per l’infanzia, biberon, pannolini, salviette e crema emolliente
  • Cibo e acqua extra per gli animali
  • Contanti o assegni di viaggio
  • Documenti familiari importanti come copie di polizze assicurative, documenti di identità e conti bancari, salvati elettronicamente o in un contenitore portatile e impermeabile
  • Un sacco a pelo o una coperta calda per ogni persona
  • Un cambio completo di vestiti adatti al clima
  • Scarpe robuste
  • Estintore
  • Impermeabile per la pioggia
  • Assorbenti, lamette e altri articoli per l’igiene personale
  • Posate, piatti, bicchieri, utensili e tovaglioli di carta usa e getta
  • Carta, matite, penne e temperino
  • Libri, giochi, puzzle o altre attività per bambini
  • Altri oggetti per la manutenzione del kit di emergenza

Dopo aver assemblato lo zaino delle emergenze, è importante ricordarsi di mantenerlo in perfette condizioni cosicché sia sempre pronto quando necessario. Perciò, bisogna controllare le date di scadenza dei prodotti (soprattutto degli alimenti) ed eventualmente sostituirli secondo necessità. Per di più, è fondamentale ripensare alle proprie esigenze ogni anno e aggiornare gli oggetti dello zaino.

Il contenuto della cassetta di pronto soccorso
La cassetta di pronto soccorso è di vitale importanza durante le emergenze perché consente di far fronte a eventuali piccoli incidenti e lesioni. Un kit di pronto soccorso di base può contenere:

  • Cerotti, garze e bende sterili di dimensioni piccole, medie e grandi
  • Collirio e medicazioni oculari
  • Spille da balia
  • Guanti sterili monouso
  • Pinzette
  • Forbici
  • Salviette detergenti senza alcool
  • Nastro adesivo
  • Termometro (preferibilmente digitale)
  • Crema per eruzioni cutanee, come idrocortisone o calendula
  • Crema o spray per alleviare punture di insetti
  • Crema antisettica
  • Antidolorifici come paracetamolo, aspirina e ibuprofene
  • Crema o compresse antistaminiche
  • Acqua distillata per pulire le ferite

Può anche essere utile conservare un manuale di primo soccorso di base o un libretto di istruzioni con il kit di pronto soccorso.

Come per gli alimenti, i medicinali dovrebbero essere controllati regolarmente per assicurarsi che rispettino le date di scadenza.

Commenti

Quanto hai trovato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Voti 2

Ancora nessun voto. Lascialo tu per primo

Visto che hai trovato questo post utile...

Seguimi sui social per restare aggiornato!

Mi dispiace tu non abbia trovato questo post utile

Permettimi di migliorare!

Dimmi cosa potrei fare per migliorare questo post