Il sito web di un professionista medico-sanitario

Il sito web per i professionisti medico-sanitari

perchè avere un sito web

Avere un sito web significa essere proprietari della propria piattaforma e indipendenti dalle oscillazioni e dalle mode che regolano invece i canali social.

Ti faccio un parallelismo per capirci. Il sito è come avere uno studio digitale tutto per te, uno spazio dove sei tu a decidere tutti gli elementi, dalla grandezza all’arredamento. Essere sui social è come avere uno studio, sempre digitale, in condivisione. Hai la tua stanza e nessuna decisione rilevante da poter prendere.

Ricordi lo scandalo Cambridge Analytica? Sono stati sollevati dei dubbi sull’utilizzo della mole di informazioni personali che può ricavare un social come Facebook. Questo ha comportato delle discrete perdite per le azioni in borsa di quest’azienda. Se Facebook fosse stata costretta a chiudere, chiunque avesse investito tutto il proprio tempo e le proprie risorse su una Pagina Facebook, avrebbe perso tutto.

Caratteristiche tecniche

Ogni sito web viene creato da una base di codice in html a cui se ne associano altri come il css, il javascript ecc.
Per te, le informazioni essenziali da sapere sono che possiamo dividere i siti web in due tipologie: sito web statico e sito web dinamico.

Sito Web Statico

Questo sito è realizzato con i codici citati in precedenza e una volta realizzato non può subire modifiche di nessun tipo senza un intervento diretto sul codice.

Sito Web Dinamico

Il sito web dinamico è realizzato a partire da un lavoro di programmazione che comprende un pannello di controllo. Questo pannello permette l’aggiornamento dei contenuti senza intervenire sul codice.

WordPress

WordPress è un pacchetto di codice gratuito utilizzabile per la realizzazione del proprio sito web dinamico. Nasce come piattaforma di blog ma attraverso i pacchetti di codice che è possibile associargli (i plugin), può trasformarsi in un sito anche piuttosto complesso come l’e-commerce. I punti di forza di WordPress sono sicuramente l’adattabilità ed un design del pannello di controllo che lo rende piuttosto intuitivo.

Ritengo che scegliere WordPress per il proprio sito significhi avere una piattaforma professionale che è possibile disegnare sulle proprie esigenze.

un sito fatto bene

I contenuti che non devono mancare

Per il sito si può partire creando semplicemente una pagina contenente i dati fondamentali fino ad uno contenente centinaia, migliaia di pagine. Il mio consiglio è quello di seguire questo schema:

  • Home: una buona pagina home dovrebbe contenere una tua bella foto (con un paziente mentre lavori) ed una frase che permetta di distinguere te ed il tuo servizio dagli altri. Esempio:
    Mario Rossi
    [qualifica], creatore del Metodo Rossi. Un metodo scientifico per [risultato ottenibile]
  • Chi sono: dovrebbe contenere una breve descrizione personale ed il tuo cv;
  • Servizi: un elenco dei servizi che offri con relativa descrizione. Qui ti raccomando di essere chiaro e ricordarti che i pazienti non sono specialisti: puoi specificare il nome della terapia (esempio: tecar terapia), ma associalo a qualcosa di più comprensibile per tutti (esempio: terapia per il ginocchio);
  • Contatti: specifica in particolare l’indirizzo dello studio ed un numero di telefono. Inserisci anche un modulo per poterti inviare una mail;
  • Blog: in questa sezione raccogli tutti gli articoli informativi.

Foto di qualità

Ripeti con me: “mai prendere foto da Google immagini per pubblicarle con i propri contenuti”. Ripeti finché non hai memorizzato.

Le foto che trovi su Google possono essere coperte da copyright e non basta citare la fonte per evitare guai. Vale la pena rischiare di dover sborsare una bella cifra quando esistono alternative?

Sicurezza e Privacy

Ci sono 3 cose che a livello di sicurezza e a livello legale sono prioritarie (se non sai di cosa si tratta limitati a verificare che la persona a cui deleghi la creazione del sito se ne occupi).

Considera che un sito non dovrebbe andare online se non ne tiene conto! Vediamo quali sono:

  • Il tuo sito deve essere raggiungibile ad un indirizzo protetto https;
  • GDPR: è una legge europea per la protezione dei dati personali. Devi avvertire i tuoi utenti con un banner se usi servizi di raccolta dati come ad esempio Google analytics, o se il tuo sito contiene un form per contattarti;
  • Casella accettazione privacy policy: in ogni form dei contatti, devi spiegare per quali fini verranno utilizzati i dati che l’utente fornirà e contenere il link per leggere la privacy policy.

Sito web raggiungibile

Prima ti ho detto di immaginare che il tuo sito fosse il tuo studio in versione digitale, riprendi quell’immagine. Senti la solidità della scrivania, la comodità della tua poltrona… se ti sposti nella sala d’attesa troverai un ambiente caldo e accogliente. È tutto come lo desideravi. Stupendo, però è una cattedrale in mezzo al deserto.
Eh sì, perché dedicare tutte le risorse a creare un bellissimo sito, senza poi investirne anche per fare delle strade che permettano di raggiungerlo provoca proprio questo.

Cosa sono le strade? Le campagne informative per esempio. Tutte quelle attività di cui si occupano la SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca) e la SEM (marketing per i motori di ricerca).

Se vuoi farti il sito ma non vuoi dedicarti a “fare le strade”, se hai trovato un’agenzia che ti promette il sito spettacolare e poi non ti parla di come gli utenti potranno raggiungerlo, risparmia tempo e risorse!

Commenti

Quanto hai trovato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Voti 0

Ancora nessun voto. Lascialo tu per primo

Visto che hai trovato questo post utile...

Seguimi sui social per restare aggiornato!

Mi dispiace tu non abbia trovato questo post utile

Permettimi di migliorare!

Dimmi cosa potrei fare per migliorare questo post